Sono attualmente attivi gruppi di lavoro volti a sviluppare possibili alternative al LIBOR e ad altri tassi interbancari lettera (o Interbank Offered Rate).

Il LIBOR è un tasso d'interesse di riferimento ampiamente utilizzato, su cui si basano da oltre trent'anni i prodotti finanziari di tutto il mondo. È prevista la sua sostituzione entro la fine del 2021.

In tutto il mondo, autorità bancarie centrali e vari operatori del settore, tra cui J.P. Morgan, stanno lavorando insieme per identificare tassi alternativi basati sui principi fondamentali stabiliti dall'Organizzazione internazionale delle commissioni sui valori mobiliari (IOSCO), l'organismo che si occupa di definire gli standard internazionali in materia di regolamentazione dei mercati dei valori mobiliari.

J.P. Morgan si impegna a fornirLe aggiornamenti sui principali sviluppi.

Il London Interbank Offered Rate (LIBOR) viene utilizzato, tra le altre cose, per calcolare i tassi d'interesse di determinati prodotti che le società offrono ai propri clienti. Si basa sui valori giornalieri forniti da un gruppo selezionato di banche di Londra e indica quanto costerebbe prendere in prestito denaro, senza fornire alcun collaterale, per determinati periodi di tempo, tra cui overnight, un mese, tre mesi, sei mesi e un anno.

Il LIBOR è stato definito il "numero più importante del mondo" in quanto è il più utilizzato tra i tassi IBOR (Interbank Offered Rate o tassi interbancari lettera). Ha funto da riferimento per un ampio ventaglio di prodotti, dai contratti di consumo ai derivati sui tassi d'interesse (in quest'ultimo caso per un valore di 190.000 miliardi di USD). 1

In totale, 400.000 miliardi di USD di attività in tutte le valute,2 (compresa la sterlina britannica, lo yen giapponese, il franco svizzero, l'euro e il dollaro statunitense) dovranno abbandonare il LIBOR e passare a tassi alternativi.

Negli ultimi anni, a seguito della riduzione da parte delle banche dei prestiti non garantiti a breve termine, il mercato misurato dal LIBOR è diventato meno attivo. In questo contesto, la Financial Conduct Authority (FCA), l'autorità di regolamentazione del Regno Unito incaricata di vigilare sul LIBOR, ha comunicato che dopo il 2021 le banche non saranno più tenute a fornire i loro valori giornalieri.

Il Financial Stability Board (FSB), un organismo internazionale che supervisiona e formula raccomandazioni sul sistema finanziario globale, sta coordinando gli sforzi internazionali di riforma dei tassi di riferimento e l'abbandono del LIBOR. Sono stati creati gruppi di lavoro nazionali nelle giurisdizioni sotto il controllo dell'FSB, tra cui Stati Uniti, Giappone e Unione Europea.

J.P. Morgan effettua operazioni con clienti in oltre 100 paesi diversi. Abbiamo partecipato fin dall'inizio in questa transizione globale e siamo consapevoli degli sforzi di riforma nelle diverse regioni e del potenziale impatto sui mercati globali.

Ciò che questa transizione può significare per Lei dipende dal tipo di investimenti o di prodotti di credito in Suo possesso. Provvederemo a fornirLe nuove informazioni non appena queste saranno disponibili. Il team J.P. Morgan resta inoltre a Sua completa disposizione per qualsiasi chiarimento di cui dovesse aver bisogno.

In tutto il mondo diversi paesi hanno iniziato a utilizzare alcuni dei tassi di riferimento proposti in sostituzione del LIBOR e degli IBOR.

1Leaving LIBOR: A Landmark Transition", J.P. Morgan, gennaio 2019, https://www.jpmorgan.com/global/markets/libor-sofr.

2Beyond LIBOR: A primer on the new benchmark rates", BIS, marzo 2019, https://www.bis.org/publ/qtrpdf/r_qt1903e.htm.