Ufficio più vicino

Cerca sede

Strategia d’investimento

Per gli investitori potrebbe presentarsi la necessità di far fronte a questi 3 avvenimenti nella seconda metà del 2023

18 lug 2023

Un possibile picco storico dell'indice S&P 500*, una ripresa della produzione globale e una situazione di "impasse" pre-elezioni negli Stati Uniti.

L'ossessione dei mercati relativamente a una potenziale recessione che ha definito la prima metà del 2023 ha lasciato il posto a una calma quasi irreale con l'avvicinarsi del culmine dell'estate.

La crisi bancaria di marzo e il dibattito sul tetto del debito di maggio sono passati come una tempesta, ma sembrano aver arrecato relativamente pochi danni all'economia complessivamente. In effetti, la performance del mercato nella prima metà del 2023 è stata robusta, sorprendendo molti operatori. Da inizio anno, un portafoglio composto per il 60% da azioni e per il 40% da obbligazioni ha finora offerto un rendimento compreso tra il 9% e il 12%.1

La domanda è la seguente: cos'ha in serbo la seconda metà dell'anno per l'economia e i mercati?

Le nostre prospettive di metà anno (con la nostra Visione strategica di investimento) sono un riepilogo di ciò che pensiamo possa essere lo scenario più probabile. Oltre al nostro scenario principale, tuttavia, ne sono presenti altri tre che non dovremmo sorprenderci qualora si materializzassero:

  • L'indice S&P 500 potrebbe raggiungere un nuovo massimo storico.
  • La produzione globale ha il potenziale per far registrare una ripresa.
  • Le imminenti elezioni presidenziali statunitensi terranno banco durante il prossimo anno.

Possiamo prepararci a queste evenienze rivedendo la nostra esposizione alle azioni e ai settori ciclicamente sensibili, come le piccole e medie imprese e i mercati emergenti, e dando la priorità al nostro piano di investimenti a lungo termine, oltre le turbolenze del periodo elettorale.

 

 

Gli investitori che quest'anno cercavano sicurezza e rendimento nei buoni del Tesoro e nei fondi del mercato monetario hanno perso il rally azionario della prima metà del 2023. Ma la storia suggerisce che non è troppo tardi per investire e potenzialmente trarre profitto. Anche se le possibilità che nuovi massimi storici di mercato possano palesarsi prima della fine di quest'anno sono ridotte, non dovremmo neanche sorprenderci più di tanto qualora questo evento si verificasse.

Dopo il rally del 15% fatto registrare nella prima metà del 2023, l'indice è a meno del 10% dal nuovo record. Il raggiungimento di un nuovo record storico per l'indice S&P 500 è più probabile di quanto si pensi.

Il precedente storico per questo tipo di esuberanza di mercato è chiaro: a una prima metà dell'anno positiva, fa seguito di norma anche una seconda parte del periodo simile. Dal 1950, quando l'indice S&P 500 è salito di oltre il 10% nella prima metà dell'anno, il guadagno medio dell'indice nella seconda metà dell'anno è stato di un altro 10%.2 I rendimenti del secondo semestre, dopo un primo semestre positivo, sono sempre stati migliori dei casi in cui la prima parte dell'anno è negativa. Le performance passate non sono indicative dei rendimenti futuri, ma dei nuovi massimi storici entro la fine dell'anno non farebbero altro che confermare quanto avvenuto storicamente in passato.

Se la prima metà dell'anno è positiva, i mercati tendono ad avere un andamento positivo anche nella seconda metà del periodo

Fonte: Carson Group, Bloomberg Finance L.P. Dati al 5 luglio 2023. le performance passate non sono indicative di risultati futuri. Non è possibile investire direttamente in un indice.
= Il grafico illustra 30 anni di rendimenti dell'indice S&P 500 dopo che nella prima metà dell'anno l'indice di riferimento è salito almeno del 10%. Sul lato sinistro sono riportati i guadagni registrati durante la prima metà dell'anno 1954: 18% 1955: 14% 1958: 13% 1961: 11% 1967: 13% 1975: 39% 1976: 15% 1983: 20% 1985: 15% 1986: 19% 1987: 26% 1988: 10% 1989: 14% 1991: 12% 1995: 19% 1997: 19% 1998: 17% 1999: 12% 2003: 11% 2019: 17% 2021: 14% Mediana: 15% Sul lato destro è descritta la performance dei sei mesi successivi. 1954: 23% 1955: 11% 1958: 22% 1961: 11% 1967: 6% 1975: -5% 1976: 3% 1983: -2% 1985: 10% 1986: -3% 1987: -19% 1988: 2% 1989: 11% 1991: 12% 1995: 13% 1997: 10% 1998: 8% 1999: 7% 2003: 14% 2013: 15% 2019: 10% 2021: 11% Mediana: 10%

Nella prima metà di quest'anno, il mercato ha resistito allo "spettro della recessione", nonché a rischi di carattere esistenziale, come fallimenti bancari e minacce che il governo degli Stati Uniti potesse risultare insolvente relativamente al proprio debito. Fortunatamente, nulla di questo si è verificato.

Oggi, per la seconda metà del 2023, la situazione sembra essere più tranquilla: il recupero del mercato immobiliare e il calo dei prezzi dell'energia stanno avendo un effetto positivo sulla fiducia dei consumatori, riducendo il rischio di una recessione a breve termine. Sebbene i rischi nel settore bancario regionale e in quello immobiliare commerciale permangano, a questo punto sembrano essere stati ben "digeriti" dai mercati e le elezioni non si terranno fino al prossimo anno (ne parleremo più avanti).

Sostanzialmente, le aspettative sugli utili iniziano a crescere e i margini societari si sono stabilizzati. Ora ci sono delle ottime ragioni per aspettarsi dal mercato dei guadagni ulteriori.

Naturalmente, la forte performance dell'indice S&P 500 della prima metà dell'anno è stata favorita principalmente dai grandi recuperi fatti registrare dai titoli più grandi. Ma è riduttivo dire che questi siano stati gli unici titoli a far registrare un rialzo. Anche segmenti come quello dei semiconduttori, dell'edilizia, dei viaggi e del tempo libero hanno sovraperformato il mercato in generale.

Nella seconda metà del 2023, siamo stati testimoni anche del recupero degli industriali, degli immobiliari e dei titoli del settore sanitario.

La produzione globale è andata indebolendosi durante un periodo di oltre un anno. Ma i poco rassicuranti dati attuali relativi alla produzione non devono far presumere agli investitori un possibile arresto improvviso dell'economia. Piuttosto, la produzione e il commercio potrebbero aver già resistito ad alcune delle tempeste più nere e il peggio potrebbe già essere passato. In effetti, non saremmo sorpresi se anch'essi iniziassero a dare segni di ripresa nella seconda metà del 2023.

Durante la più lunga serie di dati in territorio di contrazione dalla crisi finanziaria globale in qua, l'attività manifatturiera globale ha rallentato dall'estate del 2021 e ha fatto registrare una contrazione netta da settembre 2022, secondo il Global Manufacturing Purchasing Manager Index (PMI) di J.P. Morgan.

A dire il vero, la domanda più debole di beni ha spinto al ribasso i PMI. Ma la domanda non è l'unico input nei sondaggi PMI. Anche il calo dell'inflazione e la soluzione ai problemi delle catene di approvvigionamento, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, fanno apparire più negativi i dati PMI. In seguito al calo delle pressioni inflazionistiche sui prezzi delle materie prime e dei beni e allo sblocco delle catene di approvvigionamento, queste due sottocomponenti delle indagini PMI sono crollate.

È probabile che i cicli produttivi e commerciali globali siano finalmente pronti a riprendersi. In effetti, sembra difficile che alcuni valori possano peggiorare ulteriormente. Le importazioni statunitensi dalla Cina sono diminuite di quasi il 40% su base annua, il che rappresenta un valore vicino ai minimi ciclici. Inoltre, la produzione di materiali di riferimento come i container è diminuita del 6% su base annua, che rappresenta il crollo più ripido registrato dal 1980, al di fuori della crisi finanziaria globale.

Gli indicatori chiave mostrano come la produzione e il commercio globali abbiano toccato il fondo

Fonti: Census Bureau, Haver Analytics, Federal Reserve Board. Dati a giugno 2023.
Il grafico illustra la relazione tra la produzione di container USA (variazione % anno su base annua) e le importazioni USA dalla Cina (variazione % su base annua). Sull'asse relativo alla produzione di container negli Stati Uniti, il primo dato registrato è stato dello 0,06% nel gennaio 1990. Poi è salita al 6,59% nell'aprile 1992. Successivamente è scesa al -6,38% nel luglio 1995, per risalire rapidamente con un picco del 7,23% nel luglio 2007. Dopodiché, è scesa fino al -14,39% nel dicembre 2008, per poi assestarsi su una traiettoria al rialzo, fino a raggiungere il picco del 9,16% nell'aprile 2021. La serie è terminata con un ribasso de -6,38% nel maggio 2023, Per quanto riguarda l'asse relativo alle importazioni statunitensi dalla Cina, il primo dato registrato è del 24,88% nel gennaio 1995. Queste sono successivamente salite fino a raggiungere un picco del 56,9% nel dicembre 2002, per poi fluttuare e scendere al livello peggiore, a - 36,81%, a marzo 2020. Poco dopo, il valore ha raggiunto il picco del 103,4% a marzo 2021, per concludere il ciclo, con un ribasso del -18,08% a maggio 2023.

Ma ora le scorte si sono normalizzate, in quanto la domanda si è mantenuta stabile e le aziende potrebbero cercare di aumentare i loro ordini mentre si attenuano i timori di una recessione a breve termine. Analogamente, vi sono segnali che l'eccesso di capacità nel settore dei trasporti possa avere raggiunto il picco. Qualsiasi tipo di stimolo messo in campo a livello politico in Cina potrebbe dare un ulteriore impulso a quello che potremmo definire come un picco minimo naturale nella produzione globale.

Se il commercio globale e la produzione dovessero riprendersi, anche i segmenti di mercato più sensibili al ciclo, come le piccole e medie imprese, i mercati emergenti e i titoli industriali, potrebbero rafforzarsi.

Non ci siamo mai stancati di ripetere agli investitori che, storicamente, le elezioni tendono ad avere un impatto poco duraturo sui mercati, anche se alcuni segmenti di mercato e settori possono essere interessati dai cambiamenti politici. Non dovremo sorprenderci, né farci trovare spiazzati, qualora l'effetto dei commenti a livello politico dovesse amplificarsi all’interno dei mercati nella seconda metà del 2023.

I commentatori devono fare il loro lavoro che è quello appunto di commentare. Quindi, poiché molti dei grandi temi di mercato (inflazione, recessione, crisi bancaria, ecc.) hanno perso rilevanza, potremmo iniziare a sentire crescere l'ansia degli esperti per le elezioni presidenziali del 2024.

I brontolii sono già iniziati, mentre nei talk show si incomincia a ipotizzare: potrà un qualsiasi candidato repubblicano sfidare la supremazia di Trump? Apparirà un outsider democratico a sfidare Biden? Cosa potrebbe significare una nuova amministrazione per l'Inflation Reduction Act, la politica sanitaria, la spesa fiscale o le relazioni USA-Cina?

Aspettatevi che il frastuono, anche se non necessariamente il potenziale impatto, continui a crescere.

Indipendentemente dalle sorprese che l'anno potrà riservare, il suo team J.P. Morgan è pronto ad aiutarla a costruire un portafoglio che supporti i suoi obiettivi finanziari.

*Non è possibile investire direttamente in un indice.

1Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.  Source: FactSet. Dati al 5 luglio 2023.

2Fonte: Bloomberg Finance L.P. Dati al 5 luglio 2023.

Maggiori informazioni su come diventare clienti di J.P. Morgan Private Bank.

Ci fornisca informazioni su di Lei e il nostro team La contatterà.

*Campi obbligatori

Maggiori informazioni su come diventare clienti di J.P. Morgan Private Bank.

Ci fornisca informazioni su di Lei e il nostro team La contatterà.

Inserire nome

> or < are not allowed

Only 40 characters allowed

Inserire cognome

> or < are not allowed

Only 40 characters allowed

Selezionare il Paese di residenza

Inserire il codice Paese

Inserire il codice Paese

> or < are not allowed

Inserire il numero di telefono

Il numero di telefono deve essere composto da 10 numeri

Inserire un numero di telefono valido

> or < are not allowed

Only 15 characters allowed

Inserire il numero di telefono

Inserire un numero di telefono valido

> or < are not allowed

Only 15 characters allowed

Inserire un indirizzo postale valido

> or < are not allowed

Only 35 characters allowed

> or < are not allowed

Only 35 characters allowed

Inserire la città

> or < are not allowed

Only 35 characters allowed

Selezionare lo Stato

> or < are not allowed

Inserire il codice ZIP

Inserire un codice ZIP valido

> or < are not allowed

Only 9 characters allowed

Inserire il codice d'avviamento postale

Inserire un codice ZIP valido

> or < are not allowed

Only 9 characters allowed

Maggiori informazioni sul Suo conto

0/1000

Only 1000 characters allowed

> or < are not allowed

La casella non è selezionata

Cronologia recente

Informazioni importanti

PRINCIPALI RISCHI

Il presente materiale è esclusivamente a scopo informativo e può illustrare alcuni prodotti e servizi offerti dalle divisioni di gestione patrimoniale di J.P. Morgan, che fanno parte di JPMorgan Chase & Co. (“JPM”). I prodotti e i servizi descritti, nonché le commissioni, gli oneri e i tassi di interesse associati, sono soggetti a modifica come previsto dai contratti di apertura del conto e possono differire a seconda dell’area geografica.

Non tutti i prodotti e i servizi sono disponibili in tutte le aree geografiche. Il cliente con disabilità che necessiti ulteriore supporto per accedere a questo materiale, è pregato di rivolgersi al proprio team J.P. Morgan o di contattarci all'indirizzo accessibility.support@jpmorgan.com per ricevere assistenza. Si prega di leggere tutte le Informazioni importanti.

RISCHI E CONSIDERAZIONI GENERALI

Qualsiasi opinione, strategia o prodotto citato nel presente materiale potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori ed è soggetto a rischi. Il capitale restituito può essere inferiore a quello inizialmente investito e i rendimenti passati non sono indicatori attendibili dei risultati futuri. Le scelte di allocazione/diversificazione di portafoglio non garantiscono un rendimento positivo né eliminano il rischio di perdite. Nessuna parte del presente materiale deve essere utilizzata fuori contesto per prendere decisioni di investimento. Si raccomanda di valutare attentamente se i servizi, i prodotti, le classi di attivo (ad es. azioni, obbligazioni, investimenti alternativi, materie prime ecc.) o le strategie discusse sono idonee alle proprie esigenze. Prima di prendere qualsiasi decisione d’investimento è necessario altresì considerare gli obiettivi, i rischi, gli oneri e le spese associati a un servizio, un prodotto o una strategia. A tal proposito e per informazioni più dettagliate, nonché per discutere di obiettivi/situazione, contattare il team J.P. Morgan.

LIBERATORIA

Si ritiene che le informazioni contenute nel presente materiale siano affidabili; tuttavia, JPM non ne attesta né garantisce l’accuratezza, l’affidabilità o la completezza e declina qualsiasi responsabilità per eventuali perdite o danni (diretti o indiretti) derivanti dall’uso totale o parziale del presente materiale. Non si rilascia alcuna dichiarazione o garanzia riguardo a calcoli, grafici, tabelle, diagrammi o commenti contenuti nel presente materiale, che vengono forniti esclusivamente a scopo illustrativo/di riferimento. I pareri, le opinioni, le stime e le strategie descritti nel presente materiale si basano sul nostro giudizio delle condizioni di mercato attuali e possono variare senza preavviso. JPM non si assume alcun obbligo di aggiornamento delle informazioni contenute nel presente materiale in caso di eventuale variazione delle stesse. I pareri, le opinioni, le stime e le strategie descritti in questa sede possono essere diversi da quelli espressi da altre divisioni di JPM o da pareri espressi per altri fini o in altri contesti; il presente materiale non deve essere considerato un rapporto di ricerca. I rischi e i risultati indicati si riferiscono unicamente agli esempi ipotetici citati; i rischi e i risultati effettivi variano in base alle circostanze specifiche. Le affermazioni prospettiche non dovrebbero essere considerate come garanzie o previsioni di eventi futuri.

Nessun contenuto del presente documento è da interpretarsi quale fonte di obbligo di diligenza da osservarsi nei confronti del cliente o di terzi o quale rapporto di consulenza con il cliente o con terzi. Nessun contenuto del presente documento è da considerarsi come offerta, sollecitazione, raccomandazione o consiglio (di carattere finanziario, contabile, legale, fiscale o di altro genere) fornito da J.P. Morgan e/o dai suoi funzionari o agenti, indipendentemente dal fatto che tali comunicazioni siano avvenute a fronte di una richiesta del cliente o meno. J.P. Morgan e le sue consociate e i suoi dipendenti non forniscono consulenza fiscale, legale o contabile. Prima di effettuare una transazione finanziaria si raccomanda di consultare il proprio consulente fiscale, legale e contabile.

INFORMAZIONI IMPORTANTI SUGLI INVESTIMENTI E SU POTENZIALI CONFLITTI D’INTERESSE

Potranno sorgere dei conflitti d’interesse laddove JPMorgan Chase Bank, N.A. o una delle sue consociate (collettivamente “J.P. Morgan”) abbiano un incentivo effettivo o apparente, economico o di altro tipo, ad adottare nella gestione dei portafogli dei clienti comportamenti che potrebbero avvantaggiare J.P. Morgan. Potrebbero ad esempio insorgere conflitti d’interesse (ammesso che le seguenti attività siano abilitate nel conto): (1) quando J.P. Morgan investe in un prodotto d’investimento, come un fondo comune, un prodotto strutturato, un conto a gestione separata o un hedge fund emesso o gestito da JPMorgan Chase Bank, N.A. o da una consociata come J.P. Morgan Investment Management Inc.; (2) quando un'entità di J.P. Morgan riceve servizi, ad esempio di esecuzione e compensazione delle transazioni, da una sua consociata; (3) quando J.P. Morgan riceve un pagamento a fronte dell’acquisto di un prodotto d’investimento per conto di un cliente; o (4) quando J.P. Morgan riceve pagamenti per la prestazione di servizi (tra cui servizi agli azionisti, di tenuta dei registri o deposito) in relazione a prodotti d’investimento acquistati per il portafoglio di un cliente. Altri conflitti potrebbero scaturire dai rapporti che J.P. Morgan intrattiene con altri clienti o quando agisce per proprio conto.

Le strategie d'investimento, selezionate tra quelle offerte dai gestori patrimoniali di J.P. Morgan ed esterni, sono sottoposte al vaglio dei nostri team di ricerca sui gestori. Partendo da questa rosa di strategie, i team di costruzione del portafoglio scelgono quelle che a nostro avviso meglio rispondono agli obiettivi di allocazione di portafoglio e ai giudizi prospettici al fine di soddisfare l’obiettivo d’investimento del portafoglio.

In linea di massima, viene data preferenza alle strategie gestite da J.P. Morgan. Prevediamo che, subordinatamente alle leggi applicabili e ai requisiti specifici del conto, la percentuale di strategie del Gruppo potrebbe essere elevata (anche fino al 100 %) per i portafogli incentrati, ad esempio, sugli strumenti di liquidità e sulle obbligazioni di qualità elevata.

Anche se le strategie gestite internamente si allineano bene ai nostri giudizi prospettici e sebbene conosciamo i processi d’investimento e la filosofia di rischio e di compliance della società, è importante osservare che l’inclusione di strategie gestite internamente genera un maggior livello di commissioni complessive a favore di J.P. Morgan. In alcuni portafogli diamo la possibilità di optare per l'esclusione delle strategie gestite da J.P. Morgan (al di fuori dei fondi cash e di liquidità).

I Six Circles Funds sono fondi comuni registrati negli Stati Uniti e gestiti da J.P. Morgan, che si avvalgono della sub-consulenza di terzi. Sebbene siano considerati strategie gestite internamente, JPMC non applica una commissione per la gestione dei fondi o altri servizi legati ai fondi.

INFORMAZIONI SU ENTITÀ GIURIDICHE, NORMATIVE E MARCHI

Negli Stati Uniti, i conti bancari di deposito e i servizi affini, come i conti correnti, conti risparmio e prestiti bancari, sono offerti da JPMorgan Chase Bank, N.A., membro della FDIC.

JPMorgan Chase Bank, N.A. e le sue consociate (collettivamente “JPMCB”) offrono prodotti d’investimento che possono includere conti d’investimento gestiti dalla banca e servizi di custodia, nell’ambito dei propri servizi fiduciari e di amministrazione. Altri prodotti e servizi d’investimento, come brokeraggio e consulenza, sono offerti tramite J.P. Morgan Securities LLC (“JPMS”), membro di FINRA e SIPC. I rendimenti annuali sono resi disponibili tramite Chase Insurance Agency, Inc. (CIA), un'agenzia assicurativa autorizzata, che opera come Chase Insurance Agency Services, Inc. in Florida. JPMCB, JPMS e CIA sono consociate sotto il controllo comune di JPM. Prodotti non disponibili in tutti gli Stati.

In Germania, il presente materiale è pubblicato da J.P. Morgan SE, con sede legale in Taunustor 1 (TaunusTurm), 60310 Francoforte sul Meno, Germania, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e soggetta alla supervisione congiunta della BaFin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE). Nel Lussemburgo, il presente materiale è pubblicato da J.P. Morgan SE – Filiale del Lussemburgo, sede legale European Bank and Business Centre, 6 route de Treves, L-2633, Senningerberg, Lussemburgo, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e soggetta alla supervisione congiunta della BaFin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE); J.P. Morgan SE – Filiale del Lussemburgo è altresì soggetta alla supervisione della Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF) ed è iscritta al R.C.S del Lussemburgo col n. B255938. Nel Regno Unito, questo materiale è pubblicato da J.P. Morgan SE – Filiale di Londra, sede legale in 25 Bank Street, Canary Wharf, Londra E14 5JP, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e soggetta alla supervisione congiunta della BaFin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE); J.P. Morgan SE – Filiale di Londra è anche soggetta alla regolamentazione della Financial Conduct Authority and Prudential Regulation Authority. In Spagna, il presente materiale è distribuito da J.P. Morgan SE, Sucursal en España, con sede legale in Paseo de la Castellana, 31, 28046 Madrid, Spagna, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e sottoposta alla supervisione congiunta della Bafin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE); J.P. Morgan SE, Sucursal en España è inoltre supervisionata dalla Commissione del Mercato dei Valori Mobiliari (CNMV) ed è iscritta nel registro amministrativo della Banca di Spagna come succursale di J.P. Morgan SE al numero 1567. In Italia, il presente materiale è distribuito da J.P. Morgan SE – Succursale di Milano, sede legale in Via Cordusio 3. 20123 Milano, Italia, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e sottoposta alla supervisione congiunta della Bafin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE); J.P. Morgan SE – Succursale di Milano è anche sottoposta alla vigilanza della Banca d'Italia e della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB); è iscritta presso la Banca d'Italia come succursale di J.P. Morgan SE al numero 8076; numero di iscrizione presso la Camera di commercio di Milano: REA MI - 2536325. Nei Paesi Bassi, il presente materiale è distribuito da J.P. Morgan SE – Amsterdam Branch, con sede legale presso il World Trade Centre, Tower B, Strawinskylaan 1135, 1077 XX, Amsterdam, Paesi Bassi, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e sottoposta alla supervisione congiunta della Bafin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE); J.P. Morgan SE – Amsterdam Branch è inoltre autorizzata e supervisionata da De Nederlandsche Bank (DNB) e dell’Autoriteit Financiële Markten (AFM) nei Paesi Bassi. Registrata presso la Kamer van Koophandel come filiale di J.P. Morgan SE. con il numero 72610220. In Danimarca, il presente materiale è distribuito da J.P. Morgan SE – Copenhagen Branch, filial af J.P. Morgan SE, Tyskland, con sede legale presso Kalvebod Brygge 39-41, 1560 København V, Danimarca, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e sottoposta alla supervisione congiunta della Bafin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE); J.P. Morgan SE – Copenhagen Branch, filial af J.P. Morgan SE, Tyskland è anche soggetta alla supervisione di Finanstilsynet (l’autorità di vigilanza finanziaria danese) ed è registrata presso Finanstilsynet come filiale di J.P. Morgan SE con il numero 29010. In Svezia, il presente materiale è distribuito da J.P. Morgan SE – Stockholm Bankfilial, con sede presso Hamngatan 15, Stoccolma, 11147, Svezia, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin) e sottoposta alla supervisione congiunta della Bafin, della Banca Centrale tedesca (Deutsche Bundesbank) e della Banca Centrale Europea (BCE); J.P. Morgan SE – Stockholm Bankfilial è inoltre soggetta alla supervisione di Finansinspektionen (l’autorità di vigilanza finanziaria svedese) ed è registrata presso Finansinspektionen come filiale di J.P. Morgan SE. In Francia, il presente materiale è distribuito da JPMorgan Chase Bank, N.A., Filiale di Parigi, con sede legale in 14, Place Vendôme, Parigi 75001, Francia, iscritta presso la Cancelleria del Tribunale Commerciale di Parigi con il numero 712 041 334 e autorizzata da dalle autorità bancarie francesi (Autorité de Contrôle Prudentiel et de Résolution e Autorité des Marchés Financiers). In Svizzera, il presente materiale è distribuito da J.P. Morgan (Suisse) SA, disciplinata in Svizzera dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA).

J.P. Morgan (Suisse) SA, con sede legale in rue du Rhône, 35, 1204, Ginevra, Svizzera, autorizzata e supervisionata dall'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA), come banca e gestore titoli in Svizzera. 

La presente comunicazione è una pubblicità ai fini della Direttiva sui mercati degli strumenti finanziari (MIFID II), e/o della legge svizzera sui servizi finanziari (FInSA). ). Gli investitori non devono sottoscrivere o acquistare strumenti finanziari a cui si fa riferimento nel presente annuncio se non sulla base delle informazioni contenute in qualsiasi documentazione legale applicabile, che è o sarà resa disponibile nelle giurisdizioni pertinenti (secondo necessità).

A Hong Kong, il presente materiale è distribuito da JPMCB, Filiale di Hong Kong, soggetta alla regolamentazione della Hong Kong Monetary Authority e della Securities and Futures Commission di Hong Kong. A Hong Kong cesseremo su Sua richiesta di usare gratuitamente i Suoi dati personali per i nostri fini di marketing. A Singapore, il presente materiale è distribuito da JPMCB, Filiale di Singapore, soggetta alla regolamentazione della Monetary Authority of Singapore. I servizi di negoziazione e consulenza e i servizi di gestione discrezionale degli investimenti sono erogati da JPMCB, Filiale di Hong Kong/Filiale di Singapore (come notificato). I servizi bancari e di deposito sono erogati da JPMCB, Filiale di Singapore. Il contenuto del presente documento non è stato esaminato da alcuna autorità di vigilanza di Hong Kong, Singapore o altre giurisdizioni. Si raccomanda ai clienti di utilizzare con cautela il presente materiale. Per sciogliere eventuali dubbi sul contenuto di questo documento, i clienti dovranno affidarsi alla consulenza di professionisti indipendenti. Per quanto riguarda i materiali che costituiscono pubblicità di prodotti ai sensi del Securities and Futures Act e del Financial Advisers Act, il contenuto pubblicitario del presente documento non è stato esaminato dalla Monetary Authority of Singapore. JPMorgan Chase Bank, N.A. è un’associazione bancaria nazionale costituita ai sensi delle leggi degli Stati Uniti e, in quanto persona giuridica, la responsabilità dei suoi azionisti è limitata.

Con riferimento ai Paesi dell’America Latina, la distribuzione del presente materiale potrebbe essere soggetta a restrizioni in alcune giurisdizioni. Ci riserviamo il diritto di offrirLe e/o venderLe titoli o altri strumenti finanziari che potrebbero non essere registrati ai sensi delle leggi che regolamentano i valori mobiliari o altri strumenti finanziari nel Suo Paese di origine e non soggetti a offerta pubblica in conformità a tali leggi. I suddetti titoli o strumenti Le sono offerti e/o venduti solo a titolo privato. Ogni comunicazione che Le inviamo relativamente a tali titoli o strumenti, compresa, a titolo esemplificativo, la consegna di un prospetto, delle condizioni d’investimento o di altro documento, non è da intendersi come un’offerta di vendita o sollecitazione di un’offerta d'acquisto di qualsivoglia titolo o strumento in qualunque giurisdizione in cui tale offerta o sollecitazione è illegale. Inoltre, i suddetti titoli o strumenti potrebbero essere soggetti a determinate restrizioni normative e/o contrattuali nei successivi trasferimenti ed è Sua esclusiva responsabilità accertarsi dell’esistenza di dette limitazioni e rispettarle. Se il contento della presente pubblicazione fa riferimento a un fondo, questo non può essere offerto pubblicamente in alcun Paese dell’America Latina senza la previa registrazione dei titoli del Fondo ai sensi delle leggi vigenti nella relativa giurisdizione. L’offerta pubblica di qualsiasi titolo, incluse le azioni del Fondo, senza previa registrazione presso la Comissão de Valores Mobiliários brasiliana – CVM è del tutto vietata. Alcuni prodotti o servizi contenuti nei materiali potrebbero non essere al momento disponibili sulle piattaforme brasiliana e messicana.

JPMorgan Chase Bank, N.A. (JPMCBNA) (ABN 43 074 112 011/N. licenza AFS: 238367) è disciplinata dalla Australian Securities and Investment Commission e dalla Australian Prudential Regulation Authority. La documentazione fornita in Australia da JPMCBNA è destinata esclusivamente ai “clienti wholesale”. Ai fini del presente paragrafo il termine “cliente wholesale” ha il significato attribuito a questa espressione dall’articolo 761G del Corporations Act 2001 (Cth). Se Lei al momento non è un Cliente Wholesale o se in futuro dovesse cessare di esserlo, La preghiamo di comunicarcelo.

JPMS è una società straniera registrata (all’estero) (ARBN 109293610) costituita nello Stato del Delaware, Stati Uniti d’America. Ai sensi delle leggi australiane per i servizi finanziari, una società di servizi finanziari quale J.P. Morgan Securities LLC (JPMS) è tenuta a ottenere l’apposita licenza AFSL (Australian Financial Services Licence), salvo nei casi di esenzione previsti. Ai sensi del Corporations Act 2001 (Cth) (Act), JPMS è esente dall’obbligo di ottenere la licenza AFSL in relazione al servizi finanziari che offre a Lei ed è regolamentata dalla SEC, dalla FINRA e dalla CFTC in conformità con le leggi statunitensi, che sono diverse da quelle australiane. La documentazione fornita in Australia da JPMS è destinata esclusivamente ai “clienti wholesale”. Le informazioni fornite nel presente materiale non sono destinate e non devono essere distribuite o comunicate, direttamente o indirettamente, ad alcuna altra categoria di soggetti in Australia. Ai fini del presente paragrafo il termine “cliente wholesale” ha il significato attribuito a questa espressione dall’articolo 761G dell’Act. Se Lei al momento non è un Cliente Wholesale o se in futuro dovesse cessare di esserlo, La preghiamo di comunicarcelo immediatamente.

Il presente materiale non è stato elaborato specificamente per gli investitori australiani. Di conseguenza:

  • potrebbe contenere riferimenti a importi in Dollari che non sono Dollari australiani;
  • potrebbe contenere informazioni finanziarie non redatte in conformità con le leggi o le prassi australiane;
  • potrebbe non tenere conto di rischi associati a investimenti denominati in valuta estera e
  • non considera aspetti fiscali australiani.

Eventuali riferimenti a “J.P. Morgan” riguardano JPM, le sue controllate e consociate in tutto il mondo. “J.P. Morgan Private Bank” è la denominazione commerciale dell’attività di private banking svolta da JPM. Il presente materiale è inteso per uso personale e non può essere distribuito o usato da terzi, né essere duplicato per uso non personale, senza la nostra autorizzazione. In caso di domande o se non desidera ricevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di rivolgersi al Suo team J.P. Morgan. 

© 2023 JPMorgan Chase & Co. Tutti i diritti riservati.

PER SAPERNE DI PIÙ SULLA NOSTRA AZIENDA E I NOSTRI PROFESSIONISTI DELL’INVESTIMENTO CONSULTATE BROKERCHECK DI FINRA

JPMorgan Chase Bank, N.A. e le sue affiliate (collettivamente “JPMCB”) offrono prodotti d’investimento che possono includere conti gestiti dalla banca e servizi di custodia, nell’ambito dei suoi servizi fiduciari e di amministrazione. Altri prodotti e servizi d’investimento, come brokeraggio e consulenza, sono offerti tramite J.P. Morgan Securities LLC (“JPMS”), membro di FINRA SIPC. JPMCB e JPMS sono società affiliate sotto il controllo di JPMorgan Chase & Co. I prodotti non sono disponibiliin tutti gli stati. Si prega di leggere le Avvertenze legali unitamente a queste pagine.

I PRODOTTI D’INVESTIMENTO: • NON SONO ASSICURATI PRESSO LA FDIC • NON SONO DEPOSITI O ALTRE OBBLIGAZIONI DI, O GARANTITE DA, JPMORGAN CHASE BANK, N.A. O QUALSIASI SUA AFFILIATA • SONO SOGGETTI AI RISCHI D’INVESTIMENTO, TRA CUI LA POSSIBILE PERDITA DEL CAPITALE INVESTITO

Equal Housing Lender Icon I prodotti di deposito, come i conti correnti, conti risparmio e prestiti bancari, e i servizi affini sono offerti da by JPMorgan Chase Bank, N.A. Membro della FDIC. Non costituisce un impegno ad erogare un prestito. Tutte le offerte di credito sono soggette all’approvazione del finanziamento.