Come si può contribuire a rafforzare il potenziale delle nuove generazioni?

L'istruzione è di cruciale importanza sia per il successo personale che per lo sviluppo globale. Secondo l'UNESCO, ogni anno aggiuntivo di scolarizzazione primaria può incrementare il reddito futuro di un individuo anche del 10% e, per le donne, fino al 20%. Tuttavia, si stima che circa 264 milioni di bambini nel mondo non sono iscritti a scuola, e molti di quelli che lo sono non dispongono degli strumenti per padroneggiare le competenze più basilari.

In questo Executive Summary di Philanthropy Field Guide: Global Education for School-Aged Children, una guida all'azione filantropica in ambito scolastico curata da J.P. Morgan, esploriamo gli aspetti fondamentali della programmazione didattica e le varie opportunità a disposizione per i filantropi per migliorare i risultati scolastici in tutto il mondo.

Due fattori sono essenziali per il processo di apprendimento degli studenti, ovunque essi vivano:

  • Accessibilità
    Questo termine descrive le molte circostanze che incoraggiano (o potenzialmente ostacolano) la capacità di un bambino di acquisire un'istruzione, come la distanza tra casa e scuola o le norme culturali che scoraggiano le bambine, i migranti o i disabili dal perseguire un'istruzione.
  • Qualità
    La qualità riguarda il programma di studi ed i contenuti, la capacità degli insegnanti di guidare l'apprendimento degli studenti e la rilevanza di ciò che viene insegnato. Persino chi frequenta la scuola potrebbe incontrare difficoltà di apprendimento a causa di docenti scarsamente preparati o assenti, di un programma scolastico inadeguato o di libri e materiali carenti.

I filantropi che desiderano migliorare l'accessibilità e la qualità dell'istruzione dovrebbero porsi quattro domande:

  1. Il programma di studi è integrato nel sistema scolastico formale o è esterno ad esso?
    Il termine "istruzione formale" descrive le scuole che fanno parte di un sistema pubblico e che seguono un programma approvato dalle autorità. Per "istruzione informale" si intende l'insieme di scuole e programmi didattici che non fanno parte del sistema formale e che sono solitamente gestiti da organizzazioni non governative. L'istruzione informale si avvale di apprendistati non ufficiali e metodi di apprendimento autodiretto volti a responsabilizzare gli studenti.

  2. A quale livello di istruzione è mirato il programma?
    I programmi didattici sono in genere suddivisi in istruzione prescolare, primaria, secondaria e terziaria. La formazione tecnica e professionale può essere inclusa nel livello secondario o terziario.

  3. Come si adatta il programma alla specifica area geografica?
    Lo status socioeconomico, la cultura, la densità demografica e la topografia influenzano l'istruzione e il modo in cui i bambini vi accedono. Se da un lato i modelli didattici possono essere scalati e applicati a diverse aree geografiche, dall'altro, per avere successo, devono essere adattati alle specifiche circostanze regionali e culturali.

  4. Il programma mira a lavorare con una popolazione speciale?
    Alcuni segmenti della popolazione hanno speciali esigenze di istruzione e si confrontano con barriere specifiche; è questo il caso, ad esempio, dei bambini emarginati a causa di disabilità, HIV/AIDS e altre malattie, nonché di quelli appartenenti a caste e gruppi etnici minoritari.

Alcuni filantropi si concentrano sul cambiamento sistemico per migliorare l'accessibilità e la qualità, lavorando attraverso le istituzioni formali per sperimentare nuovi modelli e promuovere politiche migliori. Altri trovano più gratificante intervenire a livello locale. Per chi fa dell'istruzione l'obiettivo della propria azione filantropica, esistono diversi modi per esercitare un impatto significativo nell'ambito di ciascuno dei due approcci:

  • Migliorare le infrastrutture ed il materiale didattico
    Oltre a costruire e ad attrezzare le aule, i filantropi possono abbattere le barriere architettoniche per rendere le scuole più accessibili agli studenti disabili, fornire bagni separati per ragazze e ragazzi o finanziare l'accesso a Internet. Le scuole di molti paesi a basso e medio reddito hanno inoltre bisogno di libri di testo e altro materiale didattico. Un altro modo di fornire assistenza in questo campo è contribuire alla formazione degli insegnanti sui nuovi materiali e le nuove tecnologie.
  • Sostenere strategie per l'assunzione, la formazione e la fidelizzazione degli insegnanti
    Si stima che entro il 2030, a livello mondiale, dovranno essere assunti 68,8 milioni di insegnanti della scuola primaria e secondaria.

    Per contribuire a ricoprire questi ruoli, i filantropi possono sostenere politiche volte a cancellare i debiti di studio contratti dagli studenti quale incentivo per i neolaureati a diventare insegnanti. Un'altra strategia è quella di emulare i sostenitori dell'istruzione nelle materie scientifiche e tecnologiche che offrono borse di studio a chi sceglie una carriera di insegnamento in questi campi (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica).

    Inoltre, l'edilizia popolare è un incentivo comprovato per l'assunzione e la fidelizzazione di insegnanti qualificati, insieme ad altre forme di copertura del costo della vita.
  • Promuovere l'uso della tecnologia
    I programmi di istruzione sia formale che informale applicano la tecnologia per migliorare l'accessibilità e la qualità. Le scuole utilizzano la tecnologia per personalizzare l'apprendimento, consentendo agli studenti di imparare al ritmo che è loro più congeniale e di valutare i progressi in tempo reale, e permettendo agli insegnanti di trarre spunti dal mondo reale per tenere lezioni più rilevanti e coinvolgenti. Molti programmi forniscono tablet, laptop o altri dispositivi digitali agli studenti in aree remote o in luoghi dove non sono disponibili insegnanti adeguatamente formati.
  • Analizzare i dati per cercare opportunità di trasformazione
    I sistemi scolastici formali sono altamente regolamentati e tendono ad avere solidi requisiti di segnalazione di dati. Benché tali dati siano raccolti dalle autorità di governo, l'analisi e l'uso strategico dei risultati sono regolarmente sottofinanziati.

Per questo motivo, i filantropi impegnati a migliorare l'istruzione dei bambini in età scolare o che desiderano promuovere cambiamenti sistemici, potrebbero considerare la possibilità di finanziare l'analisi e la diffusione dei dati raccolti dai governi. Ciò potrebbe fornire approfondimenti utili per comprendere meglio l'efficacia della loro azione e ottenere informazioni su potenziali nuove direzioni di intervento.

The J.P. Morgan Philanthropy Field Guide: Global Education for School-Aged Children contiene informazioni sui trend globali nel campo dell'istruzione e ulteriori idee per migliorare il processo educativo, oltre a mettere in evidenza i finanziatori più importanti. Per ottenere una copia della guida, si prega di contattare il proprio consulente J.P. Morgan.